Come sfatare i miti sul video secondo Facebook


Come sfatare i miti sul video secondo Facebook

Intervista alla Measurement Marketing Manager di Facebook, Beth Antonelli, sulla campagna 9 prospettive sul video che abbiamo contribuito a lanciare in tutta la regione EMEA.

Cosa conta davvero per gli esperti di marketing quando si tratta di misurare l’efficacia del video mobile? Se non sei sicuro al 100% della risposta, non sei il solo. Ecco perché Facebook ci ha chiesto di aiutarli a creare e lanciare 9 prospettive sul video, una campagna formativa destinata ai mercati di Europa, Medio Oriente e Africa (regione EMEA) che aiuti i marketer a progettare e misurare campagne di video advertising davvero efficaci.

Ci sono molti ottimi motivi per lavorare con il video advertising ora, ma il nostro rapporto col video sta cambiando. “Il modo in cui guardiamo video dai dispositivi mobili è molto diverso dalla visualizzazione normale”, ha detto Beth Antonelli, Measurement Marketing Manager per la regione EMEA meridionale e centrale, quando le ho chiesto della campagna durante una video call.

“Globalmente, il 75% delle visualizzazioni video avviene da dispositivi mobili. In questo senso ci sono molte opportunità per gli inserzionisti”, mi ha detto. “Ma anche molte domande”.

Sfatare, su larga scala

Non solo domande, ma anche miti, preconcetti e confusione. Le basi di 9 prospettive sul video sono state trovate in una campagna Facebook contestuale fatta in sud Europa, una serie di pubblicazioni di interviste che sfatano i miti sul video.

“Per noi è davvero importante aiutare gli esperti di marketing a ottenere risultati concreti in ciò che funziona sui dispositivi mobili”, ha detto Beth.

“Ho pensato che questa campagna avesse un grande potenziale per arrivare in tutta la regione EMEA. Così abbiamo iniziato a lavorare per trasformarla in una campagna video digitale completa”.

9 prospettive sul video da tutta Facebook

Abbiamo lavorato con Beth per creare una campagna, lanciata di recente, che presentasse la gamma di interfacce digitali di Facebook – post statici, post video, Canvas e Carosello.

Il cuore della campagna è costituito da una serie di video interviste a esperti di marketing di Facebook appartenenti a settori e uffici diversi in tutta la regione EMEA, tra cui Marketing Science, Advertising Insights, Product Marketing e Communications Planning.

“Volevamo che la campagna fosse veramente utile e rappresentasse appieno tutta l’EMEA, mettendo insieme persone da diversi dipartimenti con molte competenze differenti. Volevamo anche scegliere persone che non fossero solo esperte nella propria materia, ma che avessero anche lavorato con i clienti, in modo da conoscere le domande che si pongono. Sono professionisti che hanno eseguito la ricerca in prima persona e che lavorano attivamente sullo sviluppo e la comunicazione delle best practice, ogni giorno”.

Leadership sullo schermo

In cima alla lista c’era la Vice Presidente EMEA Nicola Mendelsohn, che appare in un video introduttivo con un messaggio di benvenuto mentre presenta i 9 video.

“Volevamo che la leadership fosse presente nella campagna”, ha detto Beth. “Nicola è veramente una sostenitrice di tutto quello che è scalabile, quindi è stato fantastico vederla coinvolta e fiduciosa rispetto all’ampio potenziale di questa campagna”.

Lavorando sulle riprese dello shooting di Londra, per il progetto abbiamo tagliato ed editato video di 2-3 minuti, includendo post-produzione, traduzione dello speakerato, localizzazione e sottotitolazione in 5 lingue (e ne abbiamo imparate di cose).

La campagna, che è andata anche oltre la piattaforma Facebook per coprire la pubblicità su LinkedIn Inmail e un minisito esterno localizzato, funge da supporto alla campagna globale di Facebook, Great Day to Video, che “pone enfasi su creatività, ispirazione e strategie per catturare l’attenzione”, ha affermato Beth.

Misurare ciò che conta

In una campagna focalizzata su quello che funziona nel video advertising mobile, ho chiesto a Beth su quali metriche valga la pena lavorare.

“Guarderemo le usuali metriche digitali: CTR, tempo di permanenza sul sito, eccetera. Ma le più importanti dal mio punto di vista sono la copertura – vogliamo renderla più modulare possibile – e il ricordo dell’inserzione stimato sulla nostra piattaforma”.

Unire le forze per accettare la sfida

Una volta partita, ho chiesto poi a Beth di prendersi un minuto per riflettere sulla campagna.

“La grande sfida per me era creare una campagna scalabile che riflettesse davvero la nostra diversità, mentre riprendevamo e coordinavamo 10 persone in Paesi e dipartimenti diversi”, ha detto Beth.

E noi di Moskito Design abbiamo collaborato per aiutare il suo team a raccogliere la sfida: “È stato facile lavorare con voi. Siete molto reattivi, non ho mai dovuto preoccuparmi delle scadenze. Ascoltate sempre, imparate in fretta e producete lavoro creativo, di qualità”.

Cambiare la percezione, una visualizzazione alla volta

Anche con questo bel progetto in corso, gli sforzi di Facebook per informare ed educare sono lungi dall’essere finiti.

“Nelle campagne formative, la ripetizione è molto importante”, mi ha detto Beth. “E noi speriamo di arrivare oltre la regione EMEA”.

E anche se è vero che il video può portare valore ai brand in una manciata di secondi, Facebook sta pensando di andare oltre la singola campagna video.

“Vogliamo cambiare la percezione del video”, ha detto Beth, “e per farlo occorre pensare a lungo termine”.

 

Dalla Lombardia all’EMEA e oltre, in Moskito Design possiamo aiutarti a costruire campagne di video marketing formativo senza confini.

Categorie

1 commento

Add yours