It’s the end of lockdown as we know it (and we feel fine)

It’s the end of lockdown as we know it (and we feel fine)

Con l’Italia nella Fase 2 della crisi COVID-19 e in prospettiva della Fase 3, le aziende hanno riaperto e molti stanno tornando in ufficio.

Noi no.

In Moskito Design continueremo a lavorare da remoto fino al 31 luglio e forse oltre.

Siamo stati tra i primi a introdurre il blocco: il 25 febbraio abbiamo accolto la richiesta del Governo di passare al lavoro da remoto al 100%. Abituati a non fermarci mai, il nostro ufficio è stato chiuso per 3 mesi.

E ora non abbiamo fretta di tornare indietro. Perché?

Il primo motivo – e quello più importante – è lo stesso che ci ha fatto decidere di chiudere subito l’ufficio: la salute dei nostri dipendenti.

Per quanto amiamo vederci di persona e gli spazi del nostro ufficio siano (davvero!) confortevoli, se tutti tornassimo a sederci alle nostre vecchie postazioni, uno vicino all’altro, correremmo rischi inutili per noi e per gli altri.

Così, mentre molte imprese stanno iniziando a riaprire, noi restiamo esattamente dove siamo. A casa.

Il secondo motivo è che abbiamo avuto la conferma che il lavoro da remoto funziona.

Ok, il lavoro a distanza non è una novità, ma qui a Varese, in Italia, e in generale in una nazione dove le relazioni sono costruite su strette di mano e baci e dove un gesto racconta più di mille parole, non possiamo dire di aver mai praticato seriamente lo smart working.

Ma ci abbiamo provato. Subito. L’Italia è stato il primo Paese europeo colpito duramente dal COVID-19 e il primo a imporre quelle misure rigide di blocco che sarebbero gradualmente arrivate in gran parte del mondo.

E siamo felici di dire che, in termini di qualità del lavoro, i nostri clienti non hanno notato nulla di diverso.

Abbiamo portato a casa computer e strumenti per la connettività e tutti abbiamo iniziato a produrre idee, asset grafici o cartelle di copy dai nostri nuovi uffici domestici, camere da letto o tavoli da cucina.

Brief e progetti, riunioni e call, feedback e consegne: abbiamo portato avanti tutto senza intoppi evidenti.

Nel frattempo, abbiamo migliorato e garantito la nostra connettività. Abbiamo rafforzato i nostri server, messo in atto un sistema telefonico basato su cloud e altri strumenti. Stiamo aumentando la sicurezza su tutta la linea e abbiamo iniziato a condividere internamente più notizie.

Come molti altri nel mondo, stiamo imparando.

Ma in Moskito da sempre mettiamo al primo posto il benessere delle persone.

Quindi continueremo a lavorare da casa fino al 31 luglio o finché ne avremo bisogno.

Per il bene dei nostri team, per la loro salute, e nell’interesse dei nostri clienti: affinché da noi lo smart working diventi sempre più veramente smart.

Kyle è copywriter e content manager in Moskito dal 2014. Ha iniziato vendendo libri porta a porta negli Stati Uniti, ha insegnato inglese per anni in Turchia e traduce dal francese e dall'italiano. Ama raccontare storie e aiuta le persone e i brand a fare lo stesso.