Il nuovo sito di Hot Lab naviga in ottime acque

Il nuovo sito di Hot Lab naviga in ottime acque

Qualche mese fa, i famosi designer di superyacht Hot Lab si sono rivolti a noi per riprogettare il loro sito. Ne ho approfittato per parlare con Antonio Romano – uno dei fondatori e Marketing & Strategy Director – del loro business di fascia altissima e della decisione di aggiornare il proprio look digitale.

Che cosa vi ha spinto ad aggiornare il sito?

Ultimamente, la maggior parte del nostro traffico proviene da dispositivi mobili, ma il nostro vecchio sito, che Moskito ha realizzato più di cinque anni fa, non era responsive. Quindi ci siamo nuovamente rivolti a voi per un redesign e con un’idea piuttosto chiara del risultato, vista la conoscenza che abbiamo dei nostri clienti. E ora il nostro nuovo sito Hot Lab è responsive e ottimizzato per mobile.

Il superyacht Ipanema, 50 metri, disegnato da Hot Lab per Mondomarine

Il superyacht Ipanema, rosso fuoco e lungo ben 50 metri, disegnato da Hot Lab per Mondomarine. Foto da Alberto Cocchi.

Per chi è pensato il vostro sito?

Clienti, ovviamente, oltre a cantieri navali. I nostri acquirenti hanno in genere tra i 40 e i 70 anni e sono sempre in movimento, viaggiano spesso. Ecco perché a volte riescono a dare solo una rapida occhiata. E lo fanno da mobile.

Come si arriva a decidere di acquistare uno yacht di lusso?

Un superyacht è un oggetto superbo – e la spesa è folle. Acquistarne uno è una decisione “di pancia”, emozionale. Ma quando i potenziali clienti ci contattano, hanno già un’idea definita di ciò che vogliono. Siamo come dei sarti – e i progetti dei nostri yacht sono fatti su misura. Le persone però non comprano direttamente sul sito: qui vogliono cogliere il nostro stile e capire di cosa siamo capaci.

La camera da letto del Keyla 45m, progettata da Hot Lab

Bianca e luminosa: ecco la camera da letto del Keyla 45m, progettata da Hot Lab. Foto da Alberto Cocchi.

Quindi avete ridotto molto il sito?

Volevamo snellirlo. Abbiamo lasciato la sezione Press, gli articoli, ma abbiamo eliminato le pagine e le immagini per mantenere le cose più essenziali. E ora è solo in inglese. Anche nel business degli yacht di lusso a volte “less” è davvero “more”.

Quali altri canali sono essenziali per la vostra strategia di comunicazione?

A volte inseriamo delle pagine pubblicitarie su due delle più grandi pubblicazioni del settore, Boat International e Barche. Ma anche i social media sono importanti per noi, in particolare Instagram: è immediato, ci offre molta visibilità e permette ai nostri follower di comprendere subito chi siamo.

La piscina a bordo di un superyacht Hot Lab

Una piscina a bordo: per Hot Lab il lusso non ha confini. Foto da Alberto Cocchi.

Qual è il prossimo passo nella comunicazione di Hot Lab?

Più visibilità, come sempre. Abbiamo molto in serbo per i prossimi anni, ma in cima alla lista c’è la pubblicazione di un coffee table book sul nostro design.

Buona fortuna con il libro, allora. Per finire, com’è stato lavorare di nuovo con Moskito Design?

È stato un vero piacere lavorare ancora con tutti. Siete stati sempre disponibili ad aiutare, la comunicazione era chiara e fluida e siamo riusciti ad andare live la settimana prima di Natale, il che ha significato per noi sfruttare le festività per inviare auguri e far sapere a tutti del nuovo sito.

Abbiamo ricevuto tanti complimenti e feedback positivi. Missione compiuta!

 

Dai un’occhiata al sito: www.hotlab.it

Kyle è copywriter e content manager in Moskito dal 2014. Ha iniziato vendendo libri porta a porta negli Stati Uniti, ha insegnato inglese per anni in Turchia e traduce dal francese e dall'italiano. Ama raccontare storie e aiuta le persone e i brand a fare lo stesso.